Lunedì 21 gennaio caos a Milano: a rischio tram, bus e metropolitane

Lunedì 21 gennaio caos a Milano con un inizio settimana da incubo per chi deve spostarsi con i mezzi. Infatti per domani le sigle sindacali Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl, Faisa-Cisal e Fast Confsal hanno proclamato uno sciopero generale nazionale di 4 ore.

I sindacati protestano contro “le proposte europee di nuove norme sui tempi di guida e di riposo per il personale dei servizi di trasporto passeggeri a lunga percorrenza”. Le articolazioni territoriali, in adesione allo sciopero, hanno indicato le modalità che variano da città a città. A Milano l’agitazione del personale viaggiante e di esercizio sia di superficie sia della metropolitana è prevista dalle 8.45 alle 12.45.

Lunedì 21 gennaio caos a Milano: forte adesione

Atm, nel rispetto delle disposizioni in materia di informazione all’utenza, ha messo a disposizione un link con le percentuali medie complessive di adesione registrate nel corso delle ultime astensioni proclamate dalle medesime sigle. Il 5 aprile 2017, in un caso analogo, l’adesione fu del 52%, la più alta negli ultimi 3 anni. Lo sciopero coinvolgerà anche la funicolare Como-Brunate e le linee Agi e Star.