Cityscoot sbarca in città con 500 mezzi

Arriva il quinto servizio di scooter sharing con la francese Cityscoot. I motorini transalpini sono totalmente elettrici. La formula è quella del flusso libero. Quindi si può lasciare il mezzo dove si vuole. Per affittarlo è sufficiente individuarlo con l’app e poi sbloccarlo.

Cityscoot è una startup fondata nel 2014, già attiva a Parigi e Nizza. Sbarca a Milano con una flotta iniziale di 500 veicoli, destinata a raddoppiare nei prossimi mesi, come assicura il general manager italiano, Gianni Galluccio.

Come funziona Cityscoot: quali sono i costi

Anche CityScoot si basa sull’app. È già disponibile per iOS e Android. Per iscriversi basta inserire i dati personali, il codice fiscale e il numero di telefono. In 5 minuti si è già pronti a girare per la città. Si sceglie un motorino libero sulla mappa, lo si sblocca e si indica la formula di pagamento. La tariffa base, chiamata CityMoover, costa 0,29 euro al minuto. È quella per chi usa lo scooter ogni tanto. Per i più assidui c’è un pacchetto scontato, il CityRider, che consente di acquistare 100 minuti di noleggio a 22 euro.

Sono limitati a 45 km/h. Per guidare questi scooter basta avere 18 anni ed essere in possesso della patente Am, B o del patentino. Al casco pensa invece il motorino stesso. Infatti lo si trova direttamente sotto la sella. A bordo si trova un coprigambe antipioggia.

Cityscoot copre quasi tutto il comune di Milano

Va a nord fino alla fermata Maciachini, a sud arriva a Romolo, a est si ferma a Piola e a ovest a Lotto. Più una porzione intorno alla stazione ferroviaria di Rogoredo e a quella di Bovisa che però non sono connesse tra loro. NGli scooter possono essere portati fuori dall’area del servizio a patto però di parcheggiarli all’interno di essa. I motorini possono essere lasciati solo nei parcheggi riservati ai veicoli a motore a due ruote (opzione migliore). Qualsiasi altra postazione può portare alla verbalizzazione.

Cityscoot è una nuova alternativa. Ad oggi ci sono ben 5 operatori. Sono l’italiano Mimoto (250 mezzi), il leader europeo eCootra (400), GoVolt, con i suoi mezzi tutti verdi (50), e Zig Zag che punta invece sui tre ruote (140). I prezzi variano da 0,19 euro per eCootra a 0,29 euro per Zig Zag ma i mezzi offerti sono molto diversi tra loro. Cityscoot si piazza quindi ai vertici come prezzo ma offre anche gli scooter più performanti e il maggior numero di mezzi in assoluto.