Web designer gay aggredito in viale Espinasse

Web designer gay aggredito a Milano. L’aggressore è un uomo di 50 anni, poi arrestato dai Carabinieri per stalking nei confronti di un vicino di casa. u

Il web designer gay aggredito ha 44 anni e subiva da due anni minacce e persecuzioni con offese omofobe. Il cinquantenne ha sorpreso il vicino sul pianerottolo dell’appartamento in viale Espinasse puntandogli contro una sega ad arco. Indossava un passamontagna perché in passato la vittima si era difesa spruzzandogli contro uno spray al peperoncino.

La vittima è fuggita in strada senza reagire. Invece l’aggressore è rientrato in casa continuando a urlargli offese a sfondo sessista. Poco dopo sono arrivati i Carabinieri del nucleo Radiomobile che hanno ricostruito la vicenda e si sono presentati all’abitazione dell’uomo, il quale non ha potuto negare l’accusa. Infatti sul tavolo dell’ingresso c’erano ancora passamontagna e sega.

Il designer vive con il proprio compagno. La vittima ha raccontato che ad aprile aveva denunciato due volte per stalking il vicino, che è disoccupato e ha precedenti specifici nei confronti della compagna. Una triste pagina di cronaca nera e di intolleranza. Il mondo politico ha espresso unanime solidarietà alla persona aggredita condannando l’aggressore omofobo. Le associazioni Lgtb hanno condannato duramente quanto avvenuto invitando le vittime a denunciare e sollecitando le autorità ad inasprire le pene.