Aliza Hrustic ha ucciso suo figlio di botte

Aliza Hrustic ha ucciso suo figlio di botte. Il croato di 25 anni, arrestato mercoledì mattina, ha raccontato cosa è successo questa notte.

Lorenzo Bucossi, capo della Mobile di Milano, ha riferito della confessione dell’uomo. Il ventenne non riusciva a dormire, ha agito nel corso della notte “in preda a un raptus, a un momento di rabbia anche a seguito dell’assunzione di sostanza stupefacente di tipo hashish. L’uomo ha confessato di avere percosso il piccolo fino alla morte” ha affermato Bucossi. A quanto pare l’uomo avrebbe colpito il bambino di soli due anni in un momento di rabbia.

Aliza Hrustic è stato fermato per omicidio. La sua confessione è avvenuta davanti agli investigatori della squadra Mobile di Milano e al pm Giovanna Cavalleri. L’uomo ha anche dichiarato di avere assunto hashish la sera stessa e di non essere riuscito a dormire tutta la notte. Quindi di aver percosso brutalmente il bambino fino a farlo morire. L’omicida inizialmente era irreperibile.

Quando gli investigatori sono arrivati sul posto, in via Ricciarelli, hanno trovato solo il corpo del bambino e la madre. L’allarme era scattato questa mattina alle 6:02 quanto con una telefonata al 112 l’uomo aveva parlato di problemi respiratori per il bambino. Ma quando sono arrivati sul posto i paramedici non hanno potuto far altro che costatare la morte del bambino. La confessione del padre chiude una vicenda terribile. Il bimbo è stato una povera vittima della furia cieca del padre che sotto gli effetti della droga ha picchiato a morte il piccolo.