Giampiero Pesenti è morto a Bergamo: è stata una figura ai vertici del mondo imprenditoriale

Giampiero Pesenti è morto nella notte a Bergamo. Figura ai vertici del mondo imprenditoriale e finanziario italiano, era nato a Milano il 5 maggio 1931. Presidente onorario di Italmobiliare, aveva preso le redini di Italcementi e Italmobiliare nel 1984, alla scomparsa del padre Carlo.

Giampiero Pesenti, nello sviluppo di Italcementi, sarà ricordato per l’acquisizione nell’aprile del ‘92 di Ciments Francais, società grande più di due volte il gruppo bergamasco. La mossa sorprese il mercato. Così realizzò in un solo colpo la globalizzazione della società. Pesenti ha fatto parte del patto di sindacato di Mediobanca e di Rcs, di cui è stato presidente per 9 anni ed è stato membro di giunta di Confindustria, di cui ha ricoperto la carica di vice presidente dal 1992 al 1996.

Anche nell’ambito della politica di diversificazione finanziaria di Italmobiliare, Pesenti ha ricoperto negli anni numerosi incarichi nei cda di varie società quotate. Tra questi Mediobanca, Pirelli, Ras, Falck, Fiat, Montedison, Rizzoli Corriere della Sera, Credito italiano-Unicredit, Mittel.