Negozi da vedere a Milano: vere attrazioni internazionali

Tra le attrazioni meneghine ci sono gli showroom, negozi di brand famosi in tutto il Mondo. Sono diversi i negozi da vedere a Milano. Milanesi e turisti hanno realmente l’imbarazzo della scelta. Tra quelli che brillano letteralmente c’è lo showroom di Jil Sander progettato dai Light Designer Piero Castiglioni e Marco Petrucci. Come si può notare da una foto courtesy di Piero Castiglioni, presente nella galleria fotografica di petruccimarco.it, la ristrutturazione del gruppo Jil Sander, ha coinciso con un nuovo progetto illuminotecnico. Questo ha portato alla realizzazione di un nuovo sistema di illuminazione ad incasso nel controsoffitto sempre conservando le stesse gole esistenti. Il sistema è costituito da corpi illuminanti a sorgente LED, con ottiche controllate ed un elevata resa cromatica, sostituisce quelli esistenti a sorgenti alogena o ioduri metallici.

Negozi da vedere a Milano: il fascino di una città

Questo showroom rientra a pieno titolo nelle attrazioni da vedere sia per chi fa shopping sia per chi vuole ammirare la bellezza dell’arte e della moda. Milano è capitale della moda e nelle sue strade si respira l’aria dell’Europa che conta, sia del passato sia del futuro. L’aria della moda nelle strade milanesi è di casa.

Quando si passeggia a Milano è bello esplorare i monumenti e i luoghi di interesse, ma è bello anche spendere nel quadrilatero della moda e non solo. In particolare questa zona è compresa tra via Montenapoleone, via Manzoni, via della Spiga e corso Venezia. Ma naturalmente sono diversi i centri nevralgici dello shopping.

Negozi da vedere a Milano: uno dei simboli dal 1913

Imperdibile è Prada all’interno di Galleria Vittorio Emanuele II. Si trova vicinissimo a Piazza Duomo. Proseguendo oltre ci si addentra nel celebre quadrilatero della moda. Di fianco al Duomo si erge in tutta la sua maestosità la Galleria Vittorio Emanuele II. Costruita subito dopo l’Unità d’Italia è il salotto buono milanese. Qui hanno sede i negozi di maggior pregio e lusso, tra i quali spicca quello di Prada.

Il negozio infatti fu aperto dal fondatore della società, Mario Prada. Correva l’anno 1913. Da qui l’impero Prada si è espanso, grazie anche a Miuccia Prada. Accanto al negozio storico in Galleria, c’è quello ubicato in via Montenapoleone, al civico 6.

Cosa vedere in via Montenapoleone

E’ un negozio in moderno Art Déco. Stiamo parlando di Gucci in via Montanapoleone, il fulcro della moda e dello shopping a Milano. Sono diverse le marche che trovano ospitalità in questa prestigiosa via. Tra le altre Cartier, Sergio Rossi, Louis Vuitton, Ralph Lauren, Alberta Ferretti ed altri ancora. In città Gucci vanta una boutique da 1.600 metri quadrati, da poco restaurata secondo le precise indicazioni del direttore creativo della casa, Frida Giannini, richiamandosi ai dettami dell’Art Déco, rivisti e aggiornati.

Sempre in questa via troviamo Versace. La facciata del negozio in via Montenapoleone è un gioiello che riflette una storia di successo. Negli anni ’70 Gianni Versace arrivò a Milano da Reggio Calabria per cercare fortuna. Già sul finire del decennio aveva dato vita, insieme al fratello manager Santo, alla sua azienda. Dagli anni ’80 riuscì a farsi conoscere in tutto il mondo, diventando lo stilista più amato dalle star di Hollywood e della musica.

Milano rimane il suo centro nevralgico, la sua base. La sede dell’azienda è infatti ancorata a via Manzoni, mentre in via Montenapoleone c’è la boutique forse più prestigiosa. Altri negozi monomarca della griffe si trovano poi in Galleria Vittorio Emanuele II e, per quanto riguarda il marchio Versace Home, in via Borgospesso, una laterale della stessa via Montenapoleone.