Autunno in salute: i consigli per i milanesi

In autunno i ritmi serrati inducono a lasciarsi un po’ andare e ad acquisire magari qualche abitudine che non si può definire salutare. Anche in questa stagione più frenetica non bisogna mai trascurare la salute. Innanzitutto bisogna fare attenzione all’alimentazione. Infatti il regime alimentare influisce in modo sensibile sulla salute perché cattive abitudini possono provocare carenze di nutrienti essenziali, eccessi o squilibri nutrizionali che possono indurre l’insorgenza di svariate patologie che andranno ad influenzare negativamente la nostra qualità di vita.

Autunno: cosa mangiare

Consumare con abbondanza frutta e verdura è fondamentale. Inoltre non bisogna smettere mai di idratare l’organismo bevendo acqua in abbondanza. Al mattino è necessario fare una buona ed abbondante colazione perché è necessario fornire all’organismo la giusta riserva energetica per affrontare la giornata. Se il corpo lo richiede fare un piccolo spuntino a metà mattina, ad esempio con un frutto o dei cracker. Mai saltare il pranzo che deve essere poco calorico, scarso di grassi ma ricco di fibre perché deve restituire le energie spese ma al tempo stesso non deve appesantire e deve consentire di poter continuare a lavorare. Non si deve arrivare alla cena affamati perché durante il giorno si è quasi digiunato. La tendenza a recuperare il “cibo perduto” può spingere verso eccessi alimentari che non sono certamente consigliabili.

Autunno: fare movimento

Alla corretta alimentazione si deve associare il movimento. L’attività fisica deve essere costante per mantenere il corpo in buona salute. L’attività motoria oltre ad apportare indubbi benefici agli apparati cardiovascolare, respiratorio e muscolo-scheletrico, contribuisce a ridurre il livello dei lipidi ematici ed influenza positivamente la sfera psicologica contribuendo a ridurre lo stress emotivo.

Chi ha poco tempo per andare in palestra può impegnarsi a camminare il più possibile, non solo nel fine settimana ma anche i giorni feriali rinunciando ad usare sempre l’ascensore, evitando di ricorrere sempre alla macchina o all’autobus per gli spostamenti brevi, decidendo di parcheggiare la macchina un po’ più lontano o di scendere dall’autobus qualche fermata prima della nostra destinazione.

Non bisogna trascurare il riposo notturno

Ogni persona conosce il numero minimo di ore che deve dormire per recuperare le energie necessarie ed affrontare in modo sereno una nuova giornata. Quindi nel pianificare impegni ed uscite anche piacevoli è consigliabile tenere conto di questa primaria necessità. Il benessere fisico dipende dal benessere psichico per cui bisogna organizzarsi in modo tale da non rinunciare del tutto a coltivare le passioni (sportive, culturali, ricreative in genere). Ma anche gli hobby perché poter contare su un tempo libero piacevole e stimolante ci può aiutare ad affrontare meglio i doveri e le responsabilità quotidiane oltre a dare una carica di energia e di entusiasmo in più. Un ultimo importante buon proposito é smettere di fumare o, nel caso non si fumi più, non ricominciare.