Coronavirus a Codogno: si cercano le persone che sono state a contatto con il contagiato italiano

E’ un italiano di 38 anni la persona risultata positivo al test del coronavirus. Sono in corso le controanalisi a cura dell’Istituto Superiore di Sanità.

Il trentenne è ricoverato in terapia intensiva all’ospedale di Codogno nel Lodigiano. Gli accessi al pronto soccorso del nosocomio e le attività programmate, a livello cautelativo, sono attualmente interrotte.

Le persone che sono state a contatto con il paziente sono in fase di individuazione e sottoposte a controlli specifici e alle misure necessarie. Inizialmente si era appreso che il contagiato era rientrato dalla Cina, invece La Repubblica scrive che “l’uomo non è stato in Cina ma ha avuto contatti con altri italiani rientrati dal Paese asiatico“.

L’uomo contagiato, a fine gennaio, sarebbe stato a cena con alcuni colleghi di ritorno dalla Cina. L’uomo, scrive Il Corriere della Sera, “si è presentato all’ospedale giovedì e ora le autorità sanitarie stanno ricostruendo i suoi spostamenti negli ultimi giorni. Da quanto si è appreso, il paziente ha manifestato una forte insufficienza respiratoria, che ha fatto scattare i controlli specifici”. A lavoro per ricostruire i suoi movimenti negli ultimi giorni per stabilire come sia venuto a contatto col virus e se abbia potuto eventualmente trasmetterlo.

“Le persone che sono state a contatto con il paziente – ha aggiunto l’assessore – sono in fase di individuazione e sottoposte a controlli specifici e alle misure necessarie”. Stamani è prevista una conferenza stampa per fornire maggiori dettagli sulla vicenda e illustrare i provvedimenti sanitari adottati.