Terza vittima lombarda del Coronavirus: morto ottantenne a Bergamo

L’Italia è il terzo Paese al mondo per numero di contagi da Covid-19, dopo la Cina (oltre 77 mila) e la Corea del Sud (763): in base all’ultimo bollettino diffuso il 23 febbraio. Sono 153 i casi accertati nel nostro Paese contando anche i decessi e chi era malato ma è poi guarito.

Quattro persone che avevano contratto il virus sono morte. Sono un uomo di Vo’ Euganeo di 77 anni, una donna di 77 anni di Casalpusterlengo, un’anziana di Crema, già debilitata a causa di un tumore e ricoverata in oncologia e un uomo di 84 anni Bergamo che aveva patologie pregresse. Le misure attivate dalle autorità locali per contenere l’epidemia coinvolgono oltre 50 mila persone:. I comuni in quarantena sono undici, in Lombardia è in vigore un provvedimento che prevede, tra le altre cose, la chiusura delle scuole.

“Stanotte è morto un uomo di 84 anni che era ricoverato all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo”. Lo ha detto l’Assessore al Welfare della Regione Lombardia Giulio Gallera. L’uomo di 84 anni era ricoverato da tempo per patologie pregresse. Si tratta della quarta persona positiva al coronavirus morta in Italia, la terza in Lombardia.