Tutti i bambini hanno il diritto a ritornare a scuola da settembre

L’uscita del Ministro Azzolina che prefigura una scuola dimezzata a settembre (metà alunni in presenza, metà online) lascia senza parole. Pesanti le critiche sia nella stessa maggioranza sia nell’opposizione. “I bambini e i ragazzi hanno tutto il diritto a ritornare a scuola da settembre” afferma il deputato Valentina Aprea, responsabile del Dipartimento Istruzione di Forza Italia.

“Gli annunci del ministro Azzolina lasciano di stucco. Siamo a maggio, il Governo ha tutto il tempo per compiere gli interventi di edilizia scolastica necessari e indicare le nuove modalità didattiche per non dividere gli alunni, penalizzando loro e le famiglie che saranno costrette a compiere salti mortali pur di garantire ai figli il diritto all’apprendimento”.

“E’ bene essere chiari: se a settembre – prosegue Aprea – le attività scolastiche non riprenderanno gli alunni subiranno importanti danni educativi, psicologici e culturali. È oggettivamente scandaloso che a maggio si indichi come soluzione un qualcosa che potrebbe andare bene come piano di riserva, qualora la pandemia non si attenuasse. Il governo ha un vantaggio: il fattore tempo. Lo sfrutti al massimo e compia delle scelte che non danneggino studenti e famiglie. Forza Italia vigilerà e lavorerà in Parlamento affinché ciò accada”.