L’anguria frutto dell’estate milanese e fa anche bene

Anguria frutto dell’estate. Reidrata l’organismo, aiuta a contrastare la calura e a stare meglio quando l’afa avanza. Questo frutto ha anche tante altre proprietà da conoscere. L’anguria fa bene alla salute, ecco perché.

Il periodo di maturazione dell’anguria si estende dal mese giugno a quello di settembre. Questo frutto ha un’elevata percentuale di acqua (oltre il 90%). La sostanza più importante contenuta è il licopene, un antiossidante importante per contrastare l’azione nociva dei radicali liberi, per rallentare l’invecchiamento cellulare e per prevenire l’insorgenza di forme tumorali.

Nell’anguria sono contenute proteine, fibre, glucidi, vitamine dei gruppi A, B e C, minerali come il sodio, il ferro, il potassio e il calcio. È un frutto depurativo, diuretico, dissetante. Aiuta contro il caldo, fa bene ai reni e al fegato. I suoi sali minerali sono benefici nel contrastare la tipica stanchezza data dal sopportare la calura dell’estate. Mangiare anguria si rivela anche molto utile per chi è a dieta. Questo per il poco apporto calorico del frutto, per l’assenza di grassi e per l’effetto saziante. Vediamo nello specifico tutti i benefici dell’anguria per la salute.

L’anguria fa bene alla salute in quanto apporta all’organismo un’infinità di benefici. Il frutto aiuta la digestione grazie alla sua polpa, morbida e carnosa, facilmente assimilabile anche in caso di infiammazioni dell’intestino. L’anguria non aumenta i livelli di zuccheri nel sangue. Infatti il frutto ha un indice glicemico calcolato come 80 ma associato ad un numero minimo di carboidrati. Ciò significa che il carico glicemico complessivo di un’anguria è pari soltanto a 5. A questo si aggiunge che l’anguria è priva di grassi, ha un basso contenuto di colesterolo ed è esente dalla presenza del sodio per cui la si può gustare senza il problema di ingrassare.

Mangiare una fetta di anguria migliora la performance nel corso di un’attività sportiva. L’alto contenuto di acqua del frutto, insieme agli antiossidanti e agli amminoacidi, aiuta chi fa sport a migliorare l’allenamento. L’anguria è poi ricca di potassio, minerale che notoriamente riduce i crampi muscolari tipici di un’intenso sforzo fisico.

L’anguria idrata l’organismo e ammorbidisce la pelle. Le vitamine A, B e C contenute nell’anguria aiutano la cute a restare liscia, elastica e morbida. In tema di pelle in estate, mangiare anguria aiuta l’abbronzatura. In effetti il licopene presente nel frutto, protegge la pelle dalle ustioni solari.

L’anguria aiuta anche il cuore in quanto il frutto contiene la citrullina, un amminoacido che aiuta la circolazione e abbassa la pressione sanguigna. L’anguria protegge le articolazioni dalle infiammazioni grazie al pigmento della beta-criptoxantina e provoca la diminuzione del rischio legato alla comparsa dell’artrite reumatoide. La vitamina A poi, di cui l’anguria è ricca, aiuta la salute degli occhi, mantenendoli sani e proteggendoli dalla comparsa di patologie degenerative della retina come la cataratta.