Fiume di fango nei comuni dell’alto Varesotto

Come non bastasse il coronavirus, in queste ore sulla Lombardia si è abbattuto un forte maltempo che ha investito soprattutto i comuni dell’alto Varesotto a partire da domenica mattina provocando allagamenti, l’esondazione di alcuni corsi d’acqua, frane e costringendo alcuni cittadini ad evacuare le proprie abitazioni. Si segnalano casi più critici a Lavena Ponte Tresa, Cuvio e Cuveglio, ma anche Bardello, Brusimpiano e Gavirate. Provvisoriamente chiusa in entrambe le direzioni anche la statale 233 nella Valganna per una frana. A Laveno Mombello il torrente Boesio è tracimato allagando gli scantinati di numerose abitazioni e attività commerciali. Dalla foce dei fiumi Tresa e Margorabbia una marea marrone di fango e detriti si riversa nel Lago Maggiore.

Una frana, come segnalano i vigili del fuoco di Varese, ha invaso la strada provinciale 69 nel comune di Laveno Mombello. Alcuni corsi d’acqua sono esondati e la situazione è critica in particolare a Lavena Ponte Tresa, Cuvio e Cuveglio. Una consistente massa di fango si è riversata nel Lago Maggiore dai fiumi Tresa e Margorabbia. Anche Marchirolo è stata investita da forti temporali con allagamenti di cantine e abitazioni. Alcune famiglie sono state costrette a lasciare le loro case.