Professione meccatronico, 10 domande ai Fratelli Cassotti

Il meccatronico, ovvero, l’evoluzione del meccanico d’auto. Le automobili diventano oggetti sempre più tecnologiche e innovative, occorre quindi che gli operatori debbano avere approfondite conoscenza sia in meccanica che in elettronica.

Il meccatronico è un tecnico che ha specifiche competenze sia come meccanico che come elettrauto, nello specifico, con il termine “maccatronica” si intende quella disciplina che studia le modalità di interazione tra elettronica, meccanica e informatica.

Abbiamo intervistato i fratelli Marco e Paolo Cassotti titolari dell’omonima Autofficina Cassotti di Trezzo sull’Adda, che da oltre 50 anni nella loro officina offrono ai propri clienti servizi per l’auto a 360°.

Come e quando nasce l’Autofficina Cassotti

Siamo Marco e Paolo Cassotti, titolari del Autofficina F.lli Cassotti a Trezzo Sull’Adda, un’autofficina presente sul mercato dal 1970. Il primo fondatore fu nostro papà Maurizio il quale iniziò con una piccola autofficina che oltre a riparare vetture, collaborava anche con il servizio di soccorso stradale ACI.

In seguito, nei primi anni ’80, si ingrandì cambiando sede, spostandosi (ma di pochi metri),

nell’attuale autofficina situata a Trezzo Sull’Adda comune nella Provincia di Milano.

Successivamente, circa negli anni ’90, incominciammo a seguirlo nell’attività anche noi figli.

Oggi, stiamo proseguendo il cammino di nostro padre, rimanendo sul mercato e proponendo alla nostra clientela il servizio di Autofficina, Elettrauto, Gommista e Soccorso Stradale.

Quando avete iniziato a pensare di voler fare il meccanico di auto?

Possiamo dire che per nostra fortuna, nascendo in questo ambiente, ci siamo appassionati fin da piccoli al mondo dei motori e crescendo abbiamo sempre più iniziato ad innamorarci di questo mestiere.

Sono necessarie attitudini particolari?

Non servono particolari attitudini per questo lavoro, ma una vera e propria passione per i motori, il resto vien da se. Occorre anche uno spirito di sacrificio, ci sono periodi che il nostro lavoro non conosce orari, oppure alcuni servizi come quello del Soccorso Stradale che richiedono una reperibilità 24 ore su 24 tutti i giorni.

Che formazione è necessario intraprendere?

Purtroppo il mondo dell’auto è in continua evoluzione e se una volta era sufficiente imparare la meccanica base dell’auto, al giorno d’oggi questo non è più possibile.

Bisogna continuamente fare dei corsi d’aggiornamento perché le vetture sono sempre più elettroniche e con il prossimo futuro si passerà presto all’elettrico e non possiamo permetterci di rimanere indietro. Per questo motivo frequentiamo costantemente corsi di formazione e mettiamo al servizio dei nostri clienti le nostre capacità che non sono solo quelle del meccanico di auto, ma sono quelle del meccatronico.

E’ necessario avere titoli di studio o abilitazioni particolari?

Possiamo dire che per fare questo lavoro non è obbligatorio avere un titolo di studio, ma purtroppo al giorno d’oggi ci permettiamo di dover consigliare ai giovani meccanici, di intraprendere una scuola professionale di meccanica o possibilmente una scuola di meccatronica, necessaria per poter essere più preparati all’elettronica dell’auto.

Come si struttura la tua settimana di lavoro tipo?

Partiamo sempre al Lunedì mattina, controllando e prendendo appuntamenti per l’intera settimana.  Non ci piace avere un ingombro eccessivo di autovetture in un solo giorno perché siamo molto precisi con la consegna della vettura al cliente e preferiamo dividere il lavoro in vari giorni per poter consegnare il mezzo al giorno prestabilito. Offrendo il servizio di autosoccorso siamo sempre reperibili, giorno e notte, mentre per quanto riguarda l’officina meccanica, il lavoro si svolge dal lunedì al sabato.

Quali pensi siano i vantaggi di questa attività?

Pensiamo che il vantaggio di questa attività sia il fatto di non dover fare sempre la stessa cosa tutti i giorni. Infatti le vetture hanno sempre guasti differenti e il bello è proprio quello di dover risolvere i problemi in modi diversi.

Quali gli svantaggi?

Non crediamo ci siano particolari svantaggi nel nostro lavoro. L’unica cosa è di sicuro che bisogna avere molta pazienza perché il problema di molte vetture non è risolvibile in cinque minuti, ma bisogna mettersi d’impegno per trovare il guasto.

Quanto si può arrivare a guadagnare?

Non c’è una risposta precisa a questa domanda, in quanto il mondo dell’auto e dei rispettivi guasti è molto vario e pertanto il guadagno non può essere identico tutti i mesi.

Quali pensi siano gli sviluppi futuri di questa professione Non so se in futuro le autovetture saranno più tradizionali, ibride o elettriche, ma penso che le persone abbiamo sempre bisogno di un mezzo proprio per potersi muovere e per questo credo che il nostro lavoro non finirà tanto facilmente. Sicuramente l’innovazione porterà a nuove figure professionali nel settore automotive. Servirà sempre più conoscenza e innovazione tecnologica, ma è una sfida che noi dell’autofficina Cassotti siamo pronti ad affrontare.