Rapinata una filiale milanese della Banca Popolare di Sondrio: direttore, dipendenti e clienti chiusi in bagno

Tre malviventi lunedì mattina hanno messo a segno una rapina in centro a Milano. È successo attorno alle 8.30 in una filiale della Banca Popolare di Sondrio di via Cesare Battisti. “Hanno approfittato del periodo di pandemia in cui si portano dispositivi di protezione personale” ha spiegato all’Ansa la Polizia. In questo modo non si sono fatti riconoscere dalle telecamere e non hanno lasciato impronte. Infatti erano muniti di mascherine e guanti.

Due banditi sono entrati, armati di pistola, uno rimasto all’esterno a fare da vedetta. Poi sono riusciti ad aprire la cassaforte temporizzata dopo avere chiuso i dipendenti in bagno requisendo loro i telefonini cellulari per impedire di dare l’allarme. Sul posto sono giunti gli agenti delle Volanti, gli investigatori della Mobile e gli uomini della Scientifica che stanno rilevando eventuali tracce. I rapinatori erano a volto coperto, due dei quali armati di pistola, probabilmente professionisti. Mentre uno è rimasto fuori, gli altri due banditi hanno chiuso le nove persone presenti in quel momento nella filiale, tra clienti, dipendenti e direttore, nel bagno della banca. Dopodiché sono riusciti ad aprire il caveau e le casse portando via una cifra compresa tra 50 e 60 mila euro.