Ai marò Salvatore Girone e Nicola Latorre spetta l’immunità

Buone notizie per i marò Salvatore Girone e Nicola Latorre. Su di loro dovrà decidere l’Italia. Il Tribunale arbitrale dell’Aja ha trovato una mediazione tra l’Italia e l’India sul caso de due fucilieri di marina in servizio sulla petroliera Enrica Lexie accusati di avere ucciso il 15 febbraio 2012 due pescatori indiani nello Stato del Kerala e detenuti per anni nelle prigioni indiane.

La giurisdizione del caso sarà dell’Italia, come chiesto per anni da Roma, perché i due marò avevano l’immunità. Ma il Tribunale ha decretato come l’Italia abbia “violato la libertà di navigazione e dovrà pertanto compensare l’India per la perdita di vite umane, i danni fisici, il danno materiale all’imbarcazione e il danno morale sofferto dal comandante e altri membri dell’equipaggio del peschereccio indiano Saint Anthony”. “Al riguardo, il Tribunale ha invitato le due Parti a raggiungere un accordo attraverso contatti diretti”, rende noto la Farnesina.