Zara è anche Home: dall’abbigliamento ai prodotti per la casa

Fondato da Amancio Ortega, il brand Zara è oggi uno dei marchi più famosi in Italia e nel mondo, soprattutto nel settore dell’abbigliamento. Il successo del brand ha spinto in realtà la società ad andare oltre all’abbigliamento e ad espandersi in altri settori: attualmente è possibile acquistare anche prodotti per la casa, che vengono venduti con il marchio Zara Home.

Da cosa deriva il nome Zara

La storia del nome di questo marchio è interessante, perché vede una modifica rispetto al nome inizialmente scelto da Ortega. Il patron di Zara aveva scelto infatti per la sua azienda il nome Zorba, prendendo ispirazione dal film Zorba e il greco. Ben presto però Amancio Ortega decise di cambiare il nome in Zara, a causa della presenza di un altro negozio denominato Zorba nella stessa via della prima attività commerciale aperta da Ortega.

Gli ultimi successi di Zara Home

Il catalogo Zara Home è molto vasto e raccoglie numerosi accessori per arredare la propria casa. La linea primavera – estate 2020 utilizza come materiali principali il cotone pregiato ed il lino, mentre per quanto riguarda le tonalità gli stilisti hanno puntato su colori neutri. Il lino rappresenta senza ombra di dubbio il materiale principale di questa nuova collezione, scelto per arredare non solo la camera da letto, ma tutti gli ambienti della casa.

La nuova collezione prevede anche nuovi oggetti d’arredo: per i mobili si è deciso di semplificare le forme e di puntare sul minimalismo, proponendo spesso gli arredi con i colori naturali dei materiali utilizzati per la loro realizzazione. I complementi d’arredo presentati con la nuova collezione sono adatti a tutte le tipologie di casa, sia alle case di piccole dimensioni, sia agli appartamenti più vasti.

Il legno di alta qualità è il materiale più utilizzato per la realizzazione dei mobili. Alcuni arredi proposti con la nuova collezione primavera – estate 2020 affiancano al legno degli elementi metallici, che si sposano bene esteticamente e che danno un tocco di originalità al complemento d’arredo. Un altro materiale molto utilizzato è il marmo, anche questo abbinato al legno per un effetto estetico degno di nota.

Il sapiente utilizzo di materiali di alta qualità e la capacità di saperli abbinare per ottenere un effetto estetico in grado di stupire sono alla base del successo di questa nuova collezione ed in generale del marchio Zara Home. Anche nelle collezioni degli scorsi anni gli arredi e gli accessori inseriti in catalogo rispettavano la filosofia del marchio: stupire dal punto di vista estetico e soddisfare dal punto di vista pratico.

Con la collezione di quest’anno il marchio intende offrire ai clienti la possibilità di rendere la casa accogliente, proponendo oggetti d’arredo apprezzabili dal punto di vista estetico, ma al contempo funzionali. Il cliente moderno è infatti alla costante ricerca della funzionalità, non è più interessato ad acquistare oggetti solo per il loro aspetto estetico, ma desidera che ogni arredo svolga una funzione nell’ecosistema della casa.

Il fatturato di Zara

Nel corso del 2019 i marchi Zara e Zara Home hanno generato un fatturato complessivo di circa 18,9 miliardi di euro. La società ha continuato dunque il suo percorso di crescita, per rendersene conto basta confrontare questo dato con i 18 miliardi di euro di fatturato del 2018. Gli analisti del settore credono che anche nell’anno in corso l’azienda potrà raggiungere risultati interessanti.

I prodotti commercializzati con il marchio Zara Home sono sempre più richiesti, in particolare hanno avuto molto successo le collezioni presentate nel 2019. Anche la nuova collezione primavera – estate 2020 sta riscuotendo interesse tra i clienti ed alcuni dei nuovi arredi ed accessori inseriti in catalogo sono già diventati iconici per il marchio.