Incidente nella Digima: morti Alessandro Brigo e Andrea Lusini

È un maggio nero per i lavoratori in Lombardia. In un mese ben 5 morti sul lavoro. Marco Oldrati, 51 anni, era morto a Tradate cadendo da un ponteggio. A Busto Arsizio è morto Christian Martinelli, 49 anni, schiacciato da un’alesatrice nella fabbrica dove lavorava. In un cantiere a Pagazzano è morto Maurizio Gritti, travolto da una lastra di cemento. Ora due operai sono morti in seguito alla rottura di una tubatura di vapore nell’azienda in cui stavano lavorando. I lavoratori sono stati investiti da vapori contenenti ammoniaca. Si tratta di Alessandro Brigo, 50 anni di Copiano (era il suo compleanno) e Andrea Lusini, 51 anni residente a Linarolo ma di origini senesi.

L’incidente si è verificato presso la ditta Digima srl a Villanterio (Pavia). L’azienda si occupa di raccolta e lavorazione dei sottoprodotti della macellazione. I due operai potrebbero avere respirato un gas velenoso che non sarebbe stato aspirato dalla cappa interna alla vasca.