L’Inter di Inzaghi si gode l’esordio stellare del Tucu Correa

Subito protagonista il neo acquisto! L’Inter si gode l’esordio stellare del Tucu Correa, cui bastano i 20′ finali per affossare un buon Verona dopo il gol di Ilic (pasticcio di Handanovic) e il pareggio di Lautaro. L’Inter di Inzaghi è stata meno brillante rispetto alla settimana scorsa ma è a punteggio pieno.

La partita cambia quando al 29′ della ripresa scocca l’ora di Correa, che prende il posto di Lautaro. Il Tucu al primo pallone in nerazzurro pesca l’inserimento di Barella, che però scivola appena entrato in area. Al 38′ Vidal sventaglia per Darmian, bravo a tenere in gioco la palla e a crossare per Correa, che mangia in testa a Dawidowicz, appena entrato, e a metterla dove Montipò non può arrivare. Nel recupero concede il bis con un colpo da biliardo mancino dal limite. Finisce 3-1 con vittoria in rimonta in casa del Verona.

Inzaghi è al settimo cielo e rivendica la forza della sua squadra. “Se siamo più deboli rispetto all’anno scorso? Bella domanda. Io Hakimi non l’ho mai allenato, avrei voluto giudicarlo sul campo. Lukaku l’ho allenato solo una settimana. È un giocatore impressionante, ha preso questa scelta e ci ha spiazzato, ma è incredibile. Per fortuna ho una società che mi ha aiutato: ha preso tre giocatori come Dzeko, Dumfries e Correa in 10 giorni. Sono contento della mia rosa”.

“Il presidente era stato chiaro: si doveva mettere in sicurezza il club. Ora guardiamo avanti, le prime partite sono andate bene ma tra poco inizierà anche la Champions. Gustiamoci questa rimonta. E poi penseremo alla ripresa dopo la sosta Nazionali. Ad Appiano resteremo in 5 o 6”.