Trasporti refrigerati: l’importanza della gestione logistica a Milano

I prodotti refrigerati richiedono una particolare attenzione dal punto di vista della gestione. Il motivo è semplice: si tratta di alimenti soggetti a condizioni di deperibilità le quali sono regolamentate e devono rispondere a determinati criteri, anche per quanto riguarda il trasporto.

Quando si parla di refrigerazione, infatti, si intendono gli alimenti presenti a una temperatura compresa tra i 0°C e i 10°C, la quale permette il rallentamento della decomposizione dei cibi. Fondamentale mantenere condizioni di stabilità in modo da non compromettere la commestibilità di questo tipo di ingredienti così particolari per cui, in caso contrario, si potrebbero riscontrare problematiche significative in caso di commercializzazione.

Non a caso i trasporti i trasporti refrigerati sono regolamentati a livello internazionale da un insieme di disposizioni bene precise, la cosiddetta normativa ATP (Accord Transport Perissable), che indica con precisione le caratteristiche di cui i mezzi è necessario siano dotati. Una forma di tutela per la salute dei consumatori che, in caso di inadempienza, comporta sanzioni importanti.

L’importanza della piattaforma logistica

Milano è una città viva e vivace, dove il movimento delle merci conosce flussi particolari di entrata e uscita davvero consistenti. Parliamo, del resto, del centro più importante dell’economia italiana per diversi settori e quello dei prodotti refrigerati non fa eccezione.

Molti di questi alimenti si trovano a fare viaggi lunghi e importanti, prima di finire nei banchi dei supermercati e nelle case delle persone, passaggi di tipo logistico. Cosa si intende per logistica? Semplicemente la gestione delle merci da un luogo all’altro nel modo migliore possibile, ovvero secondo un’attenta gestione di costi, tempi e, soprattutto nel caso dei prodotti refrigerati, delle condizioni di trasporto.

Come si può capire, la logistica è un sistema complesso, ancora di più nell’epoca attuale dove sono frequenti i prodotti che arrivano dai Paesi fuori dai confini dell’UE per i quali oltre a dover essere rispettati precisi fattori di trasporto sono da considerare pratiche doganali spesso complesse.

In un settore delicato come quello dei trasporti refrigerati sono sempre di più le aziende che scelgono di avvalersi della competenza logistica di aziende terze, esternalizzandola. Questo comporta, sostanzialmente di scegliere una piattaforma logistica specializzata e professionale. Vediamo quali criteri adottare in una città come Milano nel caso si decida di effettuare una valutazione di questo tipo.

Come scegliere la piattaforma logistica a Milano

Un piattaforma logistica rende operative le condizioni logistiche necessarie per la giusta organizzazione e gestione dei trasporti. L’elemento chiave, attorno a cui ruota tutto, è il magazzino.

Un magazzino, infatti, regola il sistema di entrata e uscita dei prodotti, occupandosi delle procedure di ricezione, conservazione, distribuzione e smistamento, tutte estremamente cruciali e ognuna, allo stesso tempo, che richiede precise professionalità e condizioni.

Sostanzialmente, il compito di un magazzino, nel caso dei prodotti refrigerati è quello di garantire:

  • Controllo che il trasporto in entrata e in uscita sia a norma.
  • Gestione delle pratiche burocratiche.
  • Custodia dei prodotti refrigerati mantenendo le condizioni ad hoc.
  • Gestione dei tempi per quanto riguarda la consegna.
  • Eventuale disbrigo delle pratiche doganali.
  • Problem solving: capacità di intervento in situazioni impreviste.

Come si può vedere il magazzino è molto di più di un semplice punto di appoggio e la sua organizzazione non può essere lasciata al caso. Un motivo in più, per chi si interfaccia con i prodotti refrigerati, per scegliere una piattaforma logistica esperta e qualificata.