L’Inter travolge la Salernitana e prova a scappare

Mister Inzaghi lancia l’Inter verso il secondo scudetto consecutivo. La sua Inter travolge la Salernitana e prova a scappare. Grazie alla sesta vittoria consecutiva, la quinta senza subire gol, sta per arrivare il titolo d’inverno. Si potrebbe festeggiare già oggi se l’Atalanta non riuscisse a battere la Roma e se il Milan sera a San Siro dovesse perdere lo scontro diretto con il Napoli.

Tutto facile per l’Inter. La trasferta all’Arechi è una stata una passeggiata tra le luci natalizie di Salerno. La Salernitana è allo sbando. Perisic la sblocca di testa dopo 11 minuti saltando sul primo palo dopo il solito perfetto angolo di Calhanoglu. Il raddoppio arriva per merito di Dumfries grazie a un passaggio illuminante di Brozovic e l’assist di Dzeko, centravanti e regista d’attacco dei nerazzurri. Il tiro dell’esterno sbatte sulla traversa e poi va in rete.

Nel secondo tempo l’Inter gioca in scioltezza. Il 3-0 arriva con l’azione più bella della partita: Sanchez l’avvia e la conclude, ma sono da apprezzare i movimenti e le giocate di Calhanoglu e Dzeko. Poi segnano due che partono dalla panchina, l’ingordo Lautaro (a segno per la quinta volta consecutiva) e Gagliardini. L’Inter ora ha 4 punti di vantaggio e gli interisti attendono le rivali.

La Salernitana è solo in un paio di accelerazioni di Ribery, che non accetta la resa. Ma è la situazione societaria a preoccupare i tifosi. Quella contro l’Inter potrebbe essere l’ultima partita casalinga in serie A della squadra di Colantuono anche se difficilmente il Consiglio federale martedì prenderà provvedimenti drastici.