Qualità della vita al top a Milano: la provincia dove si vive meglio

La classifica sulla qualità della vita stilata dal Sole 24 Ore incorona Milano come la provincia d’Italia dove si vive meglio.La classifica è giunta alla sua 29esima edizione. Per la prima volta la provincia di Milano sale sul gradino più alto del podio. Si piazza per sette volte su 42 nei primi tre posti per le performance conseguite negli indicatori del benessere.

Al secondo posto c’è Bolzano, in risalita dalla quarta posizione del 2017. Al terzo troviamo Aosta, in discesa di un posto rispetto allo scorso anno. Fanalino di coda, per la quarta volta in 29 edizioni, c’è Vibo Valentia, preceduta da numerose province del Sud Italia. Stabile la qualità della vita a Roma. La Capitale si colloca al 21/mo posto, in linea con l’anno precedente (24/mo posto). Tra le altre grandi città, più a sud spicca la risalita di Napoli che conquista 13 posizioni. Migliorano anche Venezia, Torino, Catania, Bari e Bologna. Sono in controtendenza Genova e Firenze che perdono otto e dieci posizioni.

La provincia di Milano si posiziona ben sette volte su 42 nei primi tre posti per le performance conseguite negli indicatori del benessere. In questo modo ottiene il titolo di provincia più vivibile d’Italia, dopo averlo sfiorato per quattro volte, fermandosi al secondo posto nel 2003 e 2004 e poi nel 2015 e nel 2016. L’indagine scatta una fotografia delle città italiane, scegliendo di inquadrare la questione della vivibilità urbana tramite 42 parametri per ciascuna provincia (107 in tutto), suddivisi in sei macro aree tematiche (Ricchezza e consumi, Affari e lavoro, Ambiente e servizi, Giustizia e sicurezza, Demografia e società, Cultura e tempo libero), riferiti all’ultimo anno appena trascorso.