Agli AVN Awards tre oscar per il porno italiano

I milanesi sono grandi appassionati di calcio, moda e cinema. Molti vip vivono o frequentano assiduamente il capoluogo lombardo. Le passerelle di moda più importanti si tengono in città. Tra gli interessi anche il mondo del porno italiano. Tra interesse e curiosità sono stati tantissimi coloro che hanno seguito gli Oscar del settore. Si chiamano AVN Awards. E’ la cerimonia di premiazione per l’industria dell’intrattenimento per adulti americana. L’evento si tiene ogni anno a Las Vegas con cento categorie in concorso. Ci sono le nomination per Miglior Film, Migliore Attore Protagonista, Migliore Sceneggiatura e diverse altre minori.

AVN Awards: guest star Cardi B

Agli AVN Awards ci sono stati ospiti del calibro di Cardi B, vera regina del settore. La star del porno ha anche partecipato ad un evento con le Cam Girls, ragazze che recitano live davanti ad una webcam. E’ stata Cardi B ad aprire gli AVN con Bickenhead e She Bad. E’ stata la prima donna ad esibirsi sul palco dell’evento mondiale. Cardi B ha sfoggiato dei look super sexy e di pelle.

Il re del porno italiano Siffredi ha vinto diversi AVN Awards

Tra le eccellenze mondiali del settore c’è l’Italia che nell’edizione 2019 ha trionfato grazie a Rocco Siffredi. La premiazione è avvenuta durante l’esposizione internazionale che annualmente fa ritrovare in Nevada l’intero comparto mondiale. Il Re del porno, nativo di Ortona (Chieti), a 54 anni vanta più di 30 anni di carriera. In Italia e nel Mondo tutti lo conoscono. E’ protagonista anche di spot televisivi di brand molto noti. Rocco ha ricevuto più di una quarantina di AVN Awards diversi ed è annoverato nella hall of fame delle personalità che hanno contribuito alla crescita dell’intrattenimento per adulti.

In questa edizione il connazionale ha ritirato la statuetta come Miglior attore straniero. Inoltre è stato anche premiato, sempre nel suo ruolo di interprete, per una scena a due insieme ad una collega degli Stati Uniti. “La passione è l’arma vincente. Vince sempre, anche sui trucchi che la chimica consente agli attori di oggi” ha specificato Siffredi. “Forse io devo lottare un po’ di più, ma alla fine i risultati sono la dimostrazione che… non conta il quanto, ma il come. Quanta è la passione che ci metti”.

Siffredi star globale

La star italiana oggi anche regista e produttore, nella sua ampia carriera, ha vinto decine di statuette negli States come miglior interprete maschile. La prima risale a quando l’abruzzese aveva 29 anni. Era il 1993. “Ho pensato più volte di non andare oltre i 55 anni. Ma, se continuano a premiarmi come miglior performer, devo per forza allungare la mia presenza di fronte alle telecamere. Dovrò spostare l’asticella verso quota 60” ha annunciato con molta autoironia il premiato. Il 2019 ha visto Rocco Siffredi trionfare anche per il proprio lavoro di regia. Infatti si è aggiudicato anche l’AVN Award riservato al Miglior regista straniero.