Rispondere ad una richiesta di offerta sulla piattaforma MePA: il procedimento

Rispondere ad una richiesta di offerta sulla piattaforma MePA: il procedimento

MePA, il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione, ha trasformato il modo di fare business nell’ambito della Pubblica Amministrazione. Questo strumento digitale ha permesso alle PA di interfacciarsi direttamente con i fornitori in un mercato online sempre più dinamico e conveniente il cui funzionamento ruota intorno al portale della Consip acquistiinretepa.it.

Il MePA permette alle PA di consultare i cataloghi delle offerte ed emettere direttamente ordini d’acquisto (ODA) o richieste d’offerta (RDO).

Le amministrazioni regolarmente registrate e operanti nel mercato elettronico possono due tipi di contratto:

  1. l’ordine d’acquisto (ODA): permette alle PA di acquistare beni e servizi direttamente dai cataloghi dei fornitori abilitati al Mercato Elettronico;
  2. la richiesta d’offerta (RDO): consente alle PA di richiedere ai fornitori ulteriori offerte per prodotti/servizi specifici, per rispondere a particolari esigenze. Questa opzione aumenta la concorrenza tra le aziende fornitrici abilitate, un aspetto che consente alle amministrazioni di ottenere prezzi migliori e offerte più vantaggiose rispetto a quelle presenti in catalogo.

Chi può iscriversi al mercato elettronico

Per quanto riguarda le aziende, sul sito Acquisti in Rete possono iscriversi le imprese fornitrici, purché sia il rappresentante Legale o un suo delegato a farlo. La registrazione può infatti essere effettuata esclusivamente mediante firma digitale.

Il rappresentante legale è colui che abilita l’azienda ai bandi, che firma digitalmente il catalogo dell’impresa e si occupa della gestione diretta degli ordini e delle richieste provenienti dalle PA.

Come si risponde ad una richiesta di offerta

Per dare risposta ad una richiesta di offerta da parte della PA, il rappresentante legale dell’impresa deve effettuare l’accesso alla propria area personale della piattaforma, per poi accedere alla sezione riservata al mercato elettronico e quindi cliccare su RDO ricevute.

Nella parte superiore della schermata saranno visibili i bandi e le gare cui l’azienda partecipa direttamente. Cliccando sulla voce “dettagli”, si potranno visualizzare i dettagli dell’offerta e avviare il processo di risposta. Si dovrà quindi indicare il modo di partecipazione, come singolo fornitore o come consorzio economico.

Segue la scelta dei lotti per i quali si dovrà formulare un’offerta dettagliata e un’eventuale percentuale di subappalto.

Una volta indicato il responsabile e firmatario della procedura, sarà necessario inserire i documenti richiesti dall’amministrazione, compilare le schede tecniche mediante l’apposito modulo avendo cura di dettagliare la parte relativa all’offerta economica e i costi della sicurezza. A questo punto il portale dovrebbe restituire una notifica di corretto invio dell’offerta.

Se un’azienda è fornitrice ufficiale della Pubblica Amministrazione, è bene che lo specifichi sul proprio sito di vendita di prodotti/servizi. Si tratta infatti di un aspetto di cui l’impresa può fregiarsi, un modo per conferire ancora più prestigio al proprio marchio.

Non è un caso infatti se la maggior parte delle aziende abilitate MePA segnala l’appartenenza al Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione sul portale aziendale, ne è un esempio un’azienda di Roma specializzata nella lavorazione di materie plastiche, transenne stradali, ecc, che permette di acquistare anche attraverso il sistema vantaggioso del MePA (qui il collegamento al sito).