Andrologo Milano: ansie, paure e significati

I milanesi mettono la salute al primo posto. Non sempre però affrontano aspetti piuttosto intimi e personali come quelli relativi al tema Andrologo Milano. In effetti questo argomento “porta con sé ansie e paure perché significa che, come maschi, abbiamo qualche problema di funzionalità sessuale, o riproduttiva” si legge sul portale tematico cura-avanzata.it.

Quando ci si pone però alla ricerca di un andrologo a Milano si è ad un buon inizio perché si è coscienti della necessità di rivolgersi ad un andrologo, figura specializzata nel trattamento delle condizioni relative alle disfunzioni sessuali e alla fertilità maschile. La specializzazione in andrologia conferisce all’andrologo esperienza sul sistema riproduttivo maschile. E’ lo specialista giusto per trattare problemi di infertilità e disfunzione sessuale.

Ci siamo rivolti allo specialista Dott. Andrea Russo per capire di più sulla figura dell’andrologo, esperto che può curare diverse patologie. Tra le patologie rientrano il pene curvo, i tumori ai testicoli, le infezioni genitali maschili, l’infertilità maschile. Ma anche la disfunzione erettile e il pene piccolo.

“La valutazione si realizza con una visita, del tutto simile alla maggior parte delle visite specialistiche” spiega il dott. Russo. “Se è la prima volta che vi rivolgete all’andrologo basterà portare con voi, se li avete, gli esami generici pregressi, che potrebbero essere utili a completare il quadro”.

Andrologo Milano: come si svolge la visita

La prima parte riguarda l’anamnesi. Vengono raccolte le informazioni relative alla storia e allo stile di vita del paziente. Gli aspetti più imporanti sono vizio del fumo, consumo di alcol, alimentazione, attività fisica o sedentarietà, patologie a carico. Ma anche casi in famiglia di patologie andrologiche, il tipo di farmaci che si assumono e l’andamento della vita sentimentale e sessuale.

La seconda fase riguarda la palpazione. Vengono presi in esame dimensioni, forma, aspetto di testicoli e pene. Per chi presenta disturbi urologici o ha oltre 50 anni, l’esame comprende anche la valutazione della prostata tramite l’esplorazione rettale. “La visita tuttavia può non essere sufficiente a capire le cause” precisa lo specialista. “In questo caso è possibile effettuare ulteriori accertamenti mediante esami di laboratorio quali glicemia, funzionalità epato-renale, assetto lipidico e dosaggio di vari ormoni”.

L’andrologo è “il principale alleato per risolvere i problemi che possono presentarsi nella sfera intima di un uomo” si legge su cura-avanzata. “Il pericolo numero uno invece sono gli stessi uomini che, a differenza delle donne che vanno regolarmente dal Ginecologo (la controparte femminile dell’Andrologo), sottovalutano i problemi e spesso li ignorano” evidenzia il dott. Russo.

Invece che aspettare e trovare un problema più grande, è consigliato rivolgetevi subito ad un esperto come il dottor Andrea Russo, specialista in Urologia e Andrologo, Direttore del Centro di Urologia Avanzata a Milano e Saronno e direttore del Wolf Elvation Training Center Onde d’Urto in Andrologia a Saronno. Prevenire è sempre meglio che curare.