Impianti di aspirazione professionali, elementi imprescindibili per a sicurezza sul lavoro

Gli aspiratori professionali sono strumenti fondamentali, che non possono mancare in uno studio odontoiatrico o nei laboratori di una oreficeria. Nel corso di alcuni processi di lavorazione in questi ambienti tendono a formarsi polveri sottili e detriti, che a lungo andare, se respirati tutti i giorni, possono gravemente compromettere la salute degli operatori.

In genere, questi impianti devono avere dei design piuttosto compatti e poco ingombranti, e devono essere poco rumorosi in modo da non disturbare eccessivamente i professionisti. Devono essere in grado di assicurare la massima precisione di aspirazione, in modo da purificare l’ambiente e allo stesso tempo salvaguardare i banchi e gli strumenti di lavoro.

Cosa sono gli aspiratori professionali?

Gli aspiratori professionali sono dei macchinari appositamente progettati per filtrare ed eliminare le polveri e i detriti che tendono a formarsi in alcuni ambienti di lavoro, molto spesso utilizzati negli studi odontoiatrici o nei laboratori di oreficeria, ad esempio. In genere, gli aspiratori professionali sono dotati di un sistema di filtraggio a tre stadi molto sofisticato, dotato di due diverse tipologie di filtro, e sono in grado di garantire una bassa rumorosità in modo da non risultare molesti per gli operatori.

La potenza di aspirazione può essere regolata su più livelli d’intensità, in modo da adattare il funzionamento a qualsiasi tipo di esigenza si possa presentare. In questo modo, per quelle occasioni che non richiedono una potenza eccessiva, si potrà optare per soluzioni più moderate con notevoli risparmi dal punto di vista energetico.

Gli aspiratori professionali sono forniti di speciali sistemi di accensione e di spegnimento automatici, che consentono all’operatore di continuare indisturbato le proprie mansioni senza doversi allontanare troppo spesso. I modelli più all’avanguardia dispongono di comodi display grazie ai quali è possibile regolare tutte le impostazioni relative al loro funzionamento, calibrare l’intensità di aspirazione, e che fornisce informazioni utili circa l’efficienza e lo stato di salute dei filtri.

Un altro elemento fondamentale che ha fatto registrare notevoli miglioramenti negli ultimi anni è il motore, con modelli più moderni che sono sempre più efficaci e che possono garantire una notevole efficienza energetica. Anche i design tendono ad essere sempre più compatti e funzionali, meno ingombranti rispetto ai vecchi modelli e più facili da adattare alle esigenze logistiche dei diversi laboratori.

Tutte le tipologie di aspiratori presenti in commercio

Gli aspiratori professionali non sono tutti uguali, ma in base alle caratteristiche e alle destinazioni d’uso sono stati sviluppati diversi modelli, adatti a diverse esigenze e che possono adattarsi perfettamente a diversi ambienti lavorativi. Gli aspiratori professionali per laboratori odontoiatrici o per le oreficerie non sono tutti uguali, ma possono differenziarsi sulla base di diverse caratteristiche. Ad esempio, alcuni modelli sono in grado di aspirare principalmente i residui più grandi, mentre altri riescono ad eliminare con la massima precisione ogni residuo di polvere. Alcuni prototipi hanno design particolarmente piccoli e compatti, mentre altri hanno un’estensione decisamente più ampia.

Il primo parametro principale sulla quale si può operare una prima distinzione è quello sulla mobilità dell’impianto. Gli impianti portatili sono di piccole dimensioni, con una struttura piuttosto contenuta e un peso decisamente limitato che li rende facili da movimentare, ma riescono comunque a garantire una buona potenza di aspirazione e una perfetta precisione, in modo da salvaguardare la qualità delle superfici dei banchi di lavoro. Sono perfetti per personalizzare continuamente il proprio laboratorio, e permettono la massima flessibilità sul piano organizzativo.

Gli impianti aspirazione fissi, invece, sono di dimensioni decisamente più estese, e sono adatti ad essere implementati in laboratori con una struttura organizzativa ben consolidata nel medio – lungo periodo. Sono sicuramente meno versatili, non adatti a continue riorganizzazioni e adattamenti, ma in compenso in genere sono in grado di assicurare una potenza di aspirazione decisamente più marcata rispetto ai modelli mobili.

Un’altra tipologia di aspiratore professionale è quella che, oltre alle polveri e ai detriti solidi, è capace anche di aspirare i liquidi, o comunque del materiale umido presente nell’atmosfera. Questa tipologia è una buona soluzione per quegli ambienti che presentano macchinari che necessitano di acqua per il loro funzionamento. Gli aspiratori da tavolo, invece, sono adatti anche all’aspirazione di componenti gassose che possono essere prodotte durante varie fasi di lavorazione. Hanno un design decisamente compatto, e sono disponibile sia in versione fissa che mobile. Se si desidera approfondire le varie tipologie di aspiratori professionali presenti sul mercato, è possibile visitare il sito www.emeritalia.it, dove sono disponibili informazioni professionale e della massima affidabilità.

Gli aspiratori professionali sono elementi fondamentali, che svolgono un lavoro essenziale per salvaguardare la salute fisica degli opera quanto dei clienti. Installare degli impianti di aspirazione sicuri e ben realizzati vuol dire assicurarsi un ambiente di lavoro sicuro e privo di rischi sul breve quanto sul lungo periodo. Sul mercato sono disponibili molti modelli differenti, in grado di soddisfare le esigenze tecniche, logistiche e professionali più disparate.