Pioli dopo il ko: impareremo a essere più concreti, siamo stati migliori del Napoli

“Non ci stanno piacendo i gol presi quando siamo in netta superiorità numerica, come quello con la Dinamo. Li stiamo riguardando e valutando molto attentamente. Più il livello si alza e più i particolari fanno la differenza”. La grossa “lacuna” non è stata colmata. Mister Stefano Pioli dovrà riflettere lungo la sosta. L’allenatore spiega che si sarebbe atteso qualcosa di più dall’attacco. “Per tutte le occasioni avute un gol solo è poco, sono rammaricato per questo. Anche perché abbiamo concesso molto poco a un avversario che di solito crea e segna tantissimo. Il calcio è pure questo, impareremo a essere più concreti e determinati in certe situazioni”.

Una sconfitta immeritata. “La prestazione l’abbiamo fatta in lungo e in largo, fisicamente e tatticamente. Abbiamo perso perché nelle due aree non ci abbiamo messo la giusta determinazione e qualità. Abbiamo giocato meglio del Napoli, io alleno una squadra forte che non perdeva da un pezzo. Solo noi avevamo un’imbattibilità così lunga in Europa e spiace perderla dopo una prestazione del genere”. “Sul gol di Simeone abbiamo portato troppi giocatori ad aggredire l’uomo in possesso di palla e non abbiamo fatto in tempo a riempire l’area. Le sostituzioni nell’intervallo? Kjaer in effetti l’ho tolto perché era ammonito. Calabria invece aveva un affaticamento al flessore e onestamente non lo avrei sostituito perché stava giocando bene. De Ketelaere? Ha fatto la sua miglior prestazione stagionale, è in crescita continua, gli va dato il tempo necessario. Sono sicuro che segnerà e sarà più determinante nella fase offensiva”.